Travel

Not Celebrating Birthday Wishlist #4: Pellegrinaggio

Agosto, il giorno fatidico in cui verrà aggiunto quel “piú 1” che non significa partner, ma vecchiaia, si avvicina sempre di più. E allora, indomito, continuo a stilare la mia wishlist cercando uno (o più motivi) per non deprimermi nel celebrare 29 anni. Cosa davvero mi piacerebbe inserire nella Not Celebrating Birthday Wishlist?
Un pellegrinaggio.

Wishlist - Deauville

Nelle mie lezioni di Professional Fashion Writing presso l’International Studies Institute of Florence sprono sempre le studentesse a guardarsi attorno. Ogni cosa che vedono per le strade di Firenze può essere fonte d’ispirazione per un articolo, proprio come lo è stato per molti designer già negli anni 50. Tra visite ad archivi e musei non è stato poi così difficile realizzare perché la moda italiana sia nata a Firenze. Hanno capito come Pucci si ispirasse ai luoghi del cuore della sua città valorizzandola in stampe ironiche e campagne pubblicitarie scattate sui tetti del palazzo di famiglia; e come lui tanti altri personaggi che hanno reso l’artigianato una delle punte di diamante del sistema produttivo italiano.

Cosa c’entra col mio pellegrinaggio?
Semplicemente tutto.

Come per ogni credo, fede o religione, anche la moda ha le proprie icone, i propri riferimenti, i propri luoghi storici in cui tutto è iniziato o, più spesso ultimamente, in cui tutto è finito. A Firenze c’è la famosa Sala Bianca di Palazzo Pitti, in cui è iniziata la moda italiana; ma anche Palazzo Pucci, headquarter e archivio di Emilio Pucci; Palazzo Spini-Feroni, sede del Museo Salvatore Ferragamo; Palazzo della Mercanzia, sede del Museo Gucci; Villa Bardini, sede del Museo Roberto Capucci;  luoghi iconici in cui la moda ha preso vita e continua a suggestionare con la sua aura del passato da reinterpretare con visioni e obiettivi totalmente diversi.

 

Il mio desiderio?

Visitare i luoghi della storia della moda in giro per il mondo, affrontando un vero e proprio pellegrinaggio, alla scoperta della vera moda e delle sue tracce, per capirne il contesto storico e geografico.

Prima tappa: Deauville, la Francia di Chanel e Paul Poiret.

Alessandro Masetti – The Fashion Commentator

1 thought on “Not Celebrating Birthday Wishlist #4: Pellegrinaggio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.