Fashion exhibition

Mostra – Gianfranco Ferré al Museo del Tessuto di Prato

Dal 1 febbraio al 15 giugno 2014 il Museo del Tessuto di Prato ospita “La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré” un’eccezionale mostra monografica sul capo iconico dell’architetto della moda italiana, proposto in 27 declinazioni datate dal 1982 sino al 2006, selezionate dalla curatrice Daniela Degl’Innocenti e dal direttore della Fondazione Gianfranco Ferré, Rita Airaghi.

 
Allestimento Mostra Prato Gianfranco Ferré
Allestimento mostra – La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré

Allestimento mostra – La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré

 

Allestimento Mostra Prato Gianfranco Ferré
Allestimento mostra – La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré

 

Allestimento Mostra Prato Gianfranco Ferré
Allestimento mostra – La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré
 

Grazie a soli 27 pezzi d’archivio provenienti dalla Fondazione Gianfranco Ferré, il visitatore viene letteralmente catapultato nella Milano degli anni ’80 e ’90, quando il quartetto Armani-Ferré-Trussardi-Versace lanciava sulle passerelle le avanguardie dello stile italiano, che ancora oggi sono fonte d’ispirazione per i designer di tutto il mondo. Ogni camicia (ma vi prego di non chiamarle solo camicie!) è la materializzazione del processo creativo che l’architetto lombardo affrontava per realizzare i singoli capi, vivendolo come fosse un vero e proprio progetto architettonico passando dallo schizzo iniziale, alla composizione dei volumi, scendendo poi sempre più nel dettaglio studiando i tagli per la produzione seriale e lo styling per la presentazione in passerella. Pieghe, volant, cinghie, corsetti, bracciali di pelle, trine, bottoni e applicazioni fanno parte della poetica decorativa di Ferré, che con il tempo è andata ad arricchire le strutture minimali di seta degli inizi carriera facendole diventare sempre più complicate, quasi imitando l’evoluzione degli stili dell’architettura, dalla semplice e bilanciata armonia geometrica rinascimentale, agli eccessi del barocco e del rococò, fino al ritorno dell’equilibrio del neoclassicismo. Il succedersi di forme e stili ci rivela quindi un Gianfranco Ferré “progettista di capricci architettonici da indossare” dei quali viene svelata la natura costruttiva attraverso schizzi, figurini, editoriali e le suggestive fotografie di Leonardo Salvini che simulano la tecnica x-ray, mettendo in evidenza la “struttura portante” di ogni capo.

 

1) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1982
 Gianfranco Ferré – Spring Summer 1982 
 
1) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1982
 Gianfranco Ferré – Spring Summer 1982 – sketch

 

x-ray photo – Leonardo Salvini for La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré 
 
2) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1982
 Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1982

 

2) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1982
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1982

 

3) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1982
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1982
 
 
3) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1982
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1982 – sketch

 

4) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1987 - fronte
 Gianfranco Ferré – Spring Summer 1987

 

5) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1986
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1986
 
5) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1986
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1986 – sketch

 

x-ray photo – Leonardo Salvini

 

6) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1989
 Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1989
 
6) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1989
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1989

 

6) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 19896) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1989 
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1989 – sketches
 
7) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1990
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1990

 

8) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1991
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1991

 

9) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1993 - fronte
Gianfranco Ferré – Spring Summer 1993 – fronte

 

9) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1993 - retro
Gianfranco Ferré – Spring Summer 1993 – retro

 

10) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1993
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1993
 
10) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1993
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1993

 

10) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1993
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1993 sketch
11) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1994
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1994 
 

 

11) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1994
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1994 

 

12) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1995
Gianfranco Ferré – Spring Summer 1995
 
 
12) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 1995
Gianfranco Ferré – Spring Summer 1995

 

x-ray photo – Leonardo Salvini

 

13) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 1995
 Gianfranco Ferré – Autumn Winter 1995

 

14) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 2000
Gianfranco Ferré – Spring Summer 2000

 

15) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2000
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2000 
 
15) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2000
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2000 

 

16) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2000
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2000

 

17) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2001
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2001
 
17) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2001
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2001- detail

 

18) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2001
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2001 

 

19) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2005
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2005
19) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2005
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2005
19) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2005
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2005 – sketch

 

20) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 2002
Gianfranco Ferré – Spring Summer 2002
 
Gianfranco Ferré – Spring Summer 2002 – sketch

 

21) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Precollection Spring Summer 2002
Gianfranco Ferré – Precollection Spring Summer 2002
22) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2003
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2003
 
 

 

22) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2003
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2003

 

23) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2003
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2003
 
23) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2003
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2003
 
23) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Autumn Winter 2003
Gianfranco Ferré – Autumn Winter 2003
 
24) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Spring Summer 2002
Gianfranco Ferré – Spring Summer 2002

 

 
25) Mostra Prato Gianfranco Ferré
Gianfranco Ferré
 
25) Mostra Prato Gianfranco Ferré -
Gianfranco Ferré – detail

 

26) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Primavera Estate 2004
Gianfranco Ferré – Primavera Estate 2004
 
26) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Primavera Estate 2004 - disegno
Gianfranco Ferré – Primavera Estate 2004 – sketch

 

x-ray photo – Leonardo Salvini

 

27) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Primavera Estate 2006
Gianfranco Ferré – Primavera Estate 2006

 

27) Mostra Prato Gianfranco Ferré - Primavera Estate 2006
Gianfranco Ferré – Primavera Estate 2006
 

La mostra è accompagnata dal catalogo edito da Skira a cura di Rita Airaghi, con la direzione artistica di Luca Stoppini (storico art director di Vogue Italia) che, come ha detto nel suo intervento durante la conferenza stampa, ha voluto fotografare e trasformare le camicie di Ferré in un suo sogno, secondo la propria visione e sensibilità contemporanea, di cui però non vuole prendersi tutto il merito: “E’ stato un gioco facile visto che il lavoro di Gianfranco è ancora oggi attuale e di grande ispirazione.”

 
Luca Stoppini for
Luca Stoppini for “La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré” catalogue published by Skira

 

Luca Stoppini for
Luca Stoppini for “La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré” catalogue published by Skira

 

Luca Stoppini for
Luca Stoppini for “La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré” catalogue published by Skira

 

Luca Stoppini for
Luca Stoppini for “La camicia bianca secondo me Gianfranco Ferré” catalogue published by Skira
 

Il Museo del Tessuto di Prato con questa esposizione si conferma tra le migliori realtà italiane dedicate alla cultura della moda e del costume, grazie soprattutto alla particolare sensibilità dei curatori nei confronti di un protagonista del recente passato che ha contribuito al primato dell’Italia nel mondo, a differenza della città di Milano, sede principale delle istituzioni rappresentative della moda italiana ed del Made in Italy, che a quasi sette anni dalla scomparsa di Ferré non gli hanno ancora dedicato nemmeno una retrospettiva.

 
Alessandro Masetti – The Fashion Commentator

11 thoughts on “Mostra – Gianfranco Ferré al Museo del Tessuto di Prato”

  1. incantevoli. le foto e le tue descrizioni. ricordo come fosse ieri una delle camicie di Ferrè che ha avuto la mia mamma a meta degli anni Novanta. peccato che in tintoria l’abbiano bucata, e abbiamo dovuto darla via. oggi sarebbe perfetta e puntualissimamente di moda.

  2. Ho sempre ammirato e stimato Ferrè, uno dei più grandi couturier italiani e non. E vado matta per le sue camicie bianche (come per quelle di Cristobal Balenciaga del resto) (e di Alaia). La mostra mi trasmette emozione già dalle tue foto, non mancherò di andarla a vedere!!

  3. Che mostra pazzesca… insomma è come andare ad ammirare non dei semplici abiti ma delle sculture che niente hanno a che vedere con le nostre “mondane ” camicie. Qui parliamo di tessuti complessi che nelle mani dello stilista-architetto sono mutate in arte eterea che è fine a se stessa e nulla ha a che vedere con la dimensione umana del coprirsi.
    Un plauso al Museo del Tessuto di Prato per l’iniziativa e complimenti a te per il post dettagliato ed evocativo rivolto anche a quelli che come me non possono godersi questa mostra.
    Baci
    RigillaMas
    Notes de Mode

  4. Sapevo che mi sarei mangiata le mani a non partecipare… Uffa!!! Purtroppo gli esami non me l’hanno permesso.
    Splendide immagini, camice suggestive dalle linee all’avanguardia. Una grande varietà, bellissimo.

  5. Fantastica questa mostra.
    La camicia bianca, in quanto capo evergreen, merita un’esibizione del genere.
    Meraviglia vedere quante tipologie si possono creare partendo da una base e colore comune!!!
    baci

  6. Che meraviglia!
    Io ero e sono follemente innamorata del Gianfranco Ferré anni 80.
    Questa mostra deve essere stupenda e tra le tante camicie che hai così magistralmente fotografato non saprei quale scegliere. Forse quella con le cinghie tipo cintura di forza e quella che fine 800 alla Proust. Che spettacolo! Bellissime poi le foto x-ray.
    Un motivo in più per venire dalle tue parti. Sempre avanti voi. E su Milano hai proprio ragione.
    Tra l’altro io mi sono sempre chiesta perché non esiste qualcosa come il Costume Institute o comunque un posto dove fare delle super mega mostre dedicate alla moda, ma di quelle epocali che attirano gente da ogni dove. Non ci credo che non ci sono soldi.
    Baci

    Alessia
    ElectroMode

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.