Jewels

New Talents – Leda Otto Fall Winter 2013 jewels collection

The inspirations for a fashion collection are the fruit of a perennial tension between past, present and future which inevitably involve other disciplines including art and design, and is just following a common passion for the latter, that Marta Saletti and Simona Cassai have launched their jewelery brand LedaOtto in January 2010.

 

Leda Otto - Marta Saletti e Simona Cassai - photo credits: vogue.it
 

Those who follow my blog know well my fondness for the Tuscan duo LedaOtto. They make “architectural jewels” in Arezzo (the city of gold) with 24kt gold, rhodium or ruthenium plated brass and semiprecious stones, redesigning the plans of the most important buildings of history. Their collections re-trace the human history by reinterpreting iconic monuments, trying to convey the harmony of the architectural proportions into jewelry, so you can find objects resembling the Basilica of San Vitale in Ravenna, the St. Basil’s Cathedral in Moscow, St. Peter’s Basilica at the Vatican, the Pentagon of Washington, the Indian Taj Mahal and the Pantheon in Rome.
As you may know, I’ve seen the Spring Summer 2013 collection in Milan for the Vogue Talents exhibition at Palazzo Morando in September, and there were two pieces in particular that bewitched me: the Arena of Verona made in rose gold plated brass, studded with red Swarovski crystals; and the Farnese line, that reproduces the pentagonal shape of the Palazzo Farnese in Caprarola made in the XVI century by the architect Vignola.
 
 
LedaOtto - SS2013 - Farnese
LedaOtto – SS2013 – Farnese
LedaOtto SS2013 - Arena di Verona
LedaOtto SS2013 – Arena di Verona
 
 
The two designers do not like to be fossilized in the past and for the winter 2013/2014 collection decided to pay homage to the contemporary architecture, creating lines inpired by the most futuristic buildings such as:

The Lotus Temple in New Delhi, made in 1986 and became famous for its lotus flower shape;

 
LedaOtto jewels FW 2013 - Lotus Temple
LedaOtto jewels FW 2013 – Lotus Temple
 
 
the Burj Khalifa in Dubai opened in 2010, with its 828 m high and 160 floors, is the tallest skyscraper in the world, a symbol of the UAE opulence;
 
 
LedaOtto jewels FW 2013 - Burj Khalifa
LedaOtto jewels FW 2013 – Burj Khalifa
 
 
and finally the 30 St Mary Axe in London, with “just” 180 meters high, designed by Sir. Norman Foster and renamed by the columns of The Guardian as “The Gherkin” due to its particular shape.
 
 
LedaOtto jewels FW 2013 - The Gherkin
LedaOtto jewels FW 2013 – The Gherkin
 
 
Even if these precious high-tech jewels draw inspiration from the past or the present, LedaOtto inevitably look to the future, but always enhancing the Italian gold craftsman tradition, the greatest added value of the “made in Italy” products.
 
 
Alessandro Masetti – The Fashion Commentator

32 thoughts on “New Talents – Leda Otto Fall Winter 2013 jewels collection”

  1. non conoscevo questo marchio, ma credo che siano davvero talentuose.
    Mi piacciono queste foto che ci proponi, si caratterizzano per il volersi distaccare dai soliti schemi con cura di particolari e forme molto eccentriche! davvero una bella collezione.

  2. Avevo avuto il piacere di vedere da vicino le creazioni S/S 2013 assieme a te a Palazzo Morando a settembre – peccato non averle potute intervistare – e devo dire che anche con la collezione F/W 14 si confermano molto innovative e interessante.
    Delle loro creazioni mi colpisce sempre la struttura ‘architettonica’ (che in questa collezione è ampiamente amplificata e utilizzata a 360°) e l’assoluta originalità.
    Onestamente rimango ammirata e basita di fronte all’arguzia: non avrei mai pensato a certe ispirazioni per dei gioielli.
    Tanto di cappello perciò a queste due giovani talentuose. Fiera che siano una nostra ‘creatura’.

    Greta
    In Moda Veritas

  3. Le loro creazioni mi fanno impazzire, da quando le ho viste esposte a palazzo Morando a settembre scorso me ne sono innamorata!!
    Sarò banale, scusami Ale, ma io adoro il modo in cui riesci ad accostare le opere dei designer con altri capolavori dell’arte/architettura/gastronomia..sei geniale!

    XOXO

    Cami

    Paillettes&Champagne

  4. Oh mio Dio!! Ma sono meravigliosi questi gioielli!! Non ho mai visto niente di simile, hanno un grandissimo talento!
    I miei preferiti IN ASSOLUTO sono i gioielli che riprendono le architetture contemporanee, sono veramente futuristici e da vera nerd, guardandoli, li immaginerei in ambientazione stile Battlestar Galactica. Sono perfetti 😀
    Hanno avuto un’idea davvero geniale, non credo che qualcun altro faccia un lavoro simile e che cura nei particolari!!
    Grazie per avermi fatto conoscere questo brand, le due designer hanno un futuro luminoso, secondo me!

  5. Ciao Ale, mi sono lasciata incuriosire dai tuoi collage e ho scoperto queste artiste orafe, stupenda l’ispirazione tratta dall’architettura che ha fatto emergere un gusto davvero innovativo ed originale, complimenti allora!

  6. Meravigliosa l’idea di coniugare architettura e design del gioiello. Ancora una volta tutto torna: l’architettura è la madre di tutte le forme d’arte, come ho sempre sostenuto, cosa che ritrovo anche in te, Ale.
    Ricordo bene i tuoi post su questo brand di gioielli! Questa volta però ti sei superato con i collage. Un bacione!
    ENTROPHIA.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.