Fashion Show

Ermanno Scervino – Fall Winter 2013 collection

Writing today the review of the Ermanno Scervino autumn winter 2013 collection, after almost three months from the show, it would be anachronistic; especially if we consider that the fashion industry’s paces are very similar to the speed of light, making look old even what is not in the store yet. But staring at the photos of the collection I couldn’t help but reflect on the “time factor”, or rather on “the past“, and its value in fashion.

 
 
Ermanno Scervino - Fall Winter 2013 collection
Ermanno Scervino – Fall Winter 2013 collection
 
 

On the press release of the show there was the phrase “the future is in the recovery of traditions, in putting together elements from different eras and making them talk to each other“. I believe these words represent the formal and aesthetic solution for all the great Italian fashion designers who are trying to conquest Asian markets, despite the European crisis. Actually, many one-hundred-year-old fashion brands can boast of astonishing sales volumes thanks to the recovery of the past, revisiting iconic garments and accessories according to the latest zeitgeist of the trend books. In the case of Ermanno Scervino, who has launched his own line in 1999 innovating the concept of sport-couture, it would seem such an impossible challenge to give a new life to the garments of a “so young” archive without being repetitive.

Nonetheless, the fall winter 2013 collection marks an unexpected turning point in Scervino’s aesthetics, taking references from the past eras, creating wonderful coats with sinuous silhouettes from the 40s, declined in masculine fabrics treated as impalpable silk;
 
 
Ermanno Scervino FW 2013 - coats and jackets from the 40s - cappotti e giacche anni '40
Ermanno Scervino FW 2013 – coats and jackets from the 40s – cappotti e giacche anni ’40
 
 
proposing fur headscarves as the divas of the Dolce Vita, or fur stoles and collars combined with ton sur ton coats, long satin dresses or asymmetrical pleated mini dresses reminiscent of the flapper dresses;

 
Ermanno Scervino FW 2013 - fur headscarves - foulard in testa
Ermanno Scervino FW 2013 – fur headscarves – foulard portati sulla testa
Ermanno Scervino FW 2013 - Fur
Ermanno Scervino FW 2013 – fur – pellicce
 
 
revisiting the leopard print on fur-coat tight at the waist with wide necklines, or in the fur lapels of the jackets;
 
Ermanno Scervino FW 2013 - leopard printed fur
Ermanno Scervino FW 2013 – leopard printed fur
 
 
and finally, dreaming of organza and chiffon evening dresses with shining bijoux.
 
Ermanno Scervino Fw 2013 - evening gown
Ermanno Scervino Fw 2013 – evening gowns 
Ermanno Scervino FW 2013 - details
Fine details: refined knitted angora with Swarovski embroidery, houndstooth coat, floral wool laser-cut top, geometric patchwork on organza garments, python and fur jacket, romantic white lace.
 
 
This mix of styles from the past, paradoxically renewed and transformed the Ermanno Scervino glam-rock and bohemian-chic imaginary woman in a sophisticated timeless icon, though staying faithful to the main Scervino’s features, such as the precious details cared by the Florentine artisans which determined the worldwide success of the brand in the last 15 years.
 
 
Alessandro Masetti – The Fashion Commentator
 
Photo credits for the images used in the collages: Ermanno Scervino press office; Pinterest 

33 thoughts on “Ermanno Scervino – Fall Winter 2013 collection”

  1. E’ forse la sfilata che ho preferito tra quelle della MFW di febbraio, sarà perchè è una delle poche che sono riuscita a vedere o perchè era veramente grandiosa non lo scoprirò mai, fatto sta che mi è rimasta proprio nel cuore!
    Adoro come hai sottolineato la ripresa della tradizione accostando i modelli della sfilata ad immagini di dive/abiti di anni fa!!

    XOXO

    Cami

    Paillettes&Champagne

  2. Personalmente credo che in questo momento storico sotto molti punti di vista dovremmo tornare a guardare al passato. Nel campo della moda credo che spesso si senta questa esigenza perché da molti anni non si riesce a creare qualcosa che sia imperituro e destinato a durare come molti capi e accessori iconici del passato. La moda attualmente è fatta di trend stagionali, ed è per questo che vedo con favore questo guardare al passato, ad abiti in stile anni 60′, ai foulard che ricordano tanto la Dolce Vita. Accessori, capi e stili ancora oggi attuali, amati e celebrati.
    E questa collezione di Scervino credo sia perfetta e abbia saputo ben collocarsi nell’ambito di questo piccolo ritorno al passato.

    http://leclatdelamode.blogspot.com

  3. Non so, ma secondo me i brand tendono a recuperare le tradizioni nel momento in cui stanno vivendo un periodo non proprio felice a livello “artistico” e guardare dietro è più semplice che cominciare a sperimentare.

    Credo che per Scervino, che in definitiva di anni non ne ha manco 20 di anni, sia stato più semplice visto che è ancora tutto molto attuale.

  4. Ale, anche se dopo tre mesi è sempre bellissimo leggere le tue recensioni. Mi hai fatto sorridere perché “ciononostante” non lo leggevo dai tempi della Divina Commedia, sei un uomo d’altri tempi anche nello scrivere.
    Un bacione!
    ENTROPHIA.IT

    Ps. io sono passata a wordpress ed ho fatto tutto. Se vuoi ti passo il contatto del mio web master 😉

  5. Una bella collezione. Il recupero e la rilettura del passato sono sempre temi accattivanti, ma mi piacerebbe tanto vedere qualcosa di nuovo, siamo in un periodo di stallo con gran lusso e poca creatività. Il passato bisogna conoscerlo ma un po’ di sana rivoluzione fa sempre bene!

  6. Devo dire che preferisco questa nuova versione di Ermanno Scervino.
    Finora non mi aveva entusiasmato, però questa collezione è davvero molto molto bella. Soprattutto – per quanto non ami la pelliccia – ho adorato i foulard sulla testa, sono eleganti e sbarazzini al tempo stesso e danno a tutto un tocco particolare.
    Tu parli di anacronismo, io vorrei tanto proporre un breve recap delle sfilate di cui a suo tempo non sono riuscita a parlare; quasi più per uso personale.
    Infine davvero complimenti per i collage; sei sempre bravissimo ma questa volta ti sei davvero superato. Sono semplicemente magnifici.
    Strano, anch’io – pur nella mia fase down – ho una gran voglia di collage.

    Alessia
    ElectroMode

  7. Caro Alessandro,

    leggere questo tuo bellisimo articolo ed ammirare i magnifici collages mi ha fatto fare un salto a ritroso nel tempo quando bambina ammiravo la mia mamma quando si vestiva per qualche cena o solo per uscire , indossando vestiti , completi , o cappotti che visto il tuo post avrebbero potuto appartenere a questa bellissima collezione di Scervino. Il recupero del passato , della femminilità e del rigore , dei bei tessuti , della artigianalità non può che far bene al mondo del fashion e al MADE IN ITALY . questa spendida collezione di Scervino,
    ne è un fulgido esempio

    ave

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.