Interview

Interview with the shoe-designer Andrea Dal Zennaro

Oggi
possiamo affermare che le sneaker sono le calzature che negli ultimi
trent’anni hanno rivoluzionato il mondo della moda portando lo stile
ribelle della “strada” direttamente sulle passerelle
dell’alta moda. Il fenomeno “prese piede” a metà degli
anni ’80 quando gli eroi del basket come Michael Jordan iniziarono a
firmare linee di calzature sportive in collaborazione con i grandi
brand (Nike, Adidas, Puma, Reebok) ed i rapper facevano a gara per
ostentarle come status symbol e non più come semplici scarpe per
praticare sport.

Nowadays
we can say that sneakers are the footwear that have revolutionized
the world of fashion in the last thirty years, bringing the
rebellious “style of the street” directly on the high
fashion runways. The phenomenon took off in the mid-80’s when the
heroes of basketball such as Michael Jordan began to sign lines of
sports shoes in collaboration with the major brands (Nike, Adidas,
Puma, Reebok) and the rappers vied to flaunt them as status symbols
and not as simple sports shoes. 


Per
capire a fondo l’universo delle sneakers ho avuto l’occasione di
intervistare Andrea Dal
Zennaro
, designer veneziano che vanta una grandissima esperienza
come consulente e collaboratore per le maggiori griffe internazionali
quali Chanel, D&G, Tod’s e Trussardi, solo per citarne alcune.
Grazie alla sua sensibilità e alla capacità di percepire o
anticipare i trend è riuscito ad acquisire una certa fama nel campo,
ottenendo nel tempo incarichi sempre più importanti che gli hanno
permesso di reinterpretare anche gli elementi iconici che hanno fatto
la storia dell’alta moda.



Recently I had the opportunity to interview
Andrea Dal Zennaro t
o understand the world of sneakers. He is a Venetian designer with a great experience as consultant and
contributor for the major international brands such as Chanel, D&G,
Tod’s and Trussardi, to name a few. He has acquired a certain reputation in the field, due to his sensitivity and
ability to perceive or anticipate the trends, obtaining increasingly senior
positions over the time, which also allowed him to reinterpret the iconic
elements that have made the costume history.

 

Parlando
nello specifico delle sue ispirazioni ci rivela che il modello icona,
la sneaker per eccellenza, sia la Stan Smith Adidas, copiata e
riproposta in milioni di fogge, è un pezzo vintage inconfondibile,
il modello perfetto che ha lasciato un profondo segno nell’universo
delle sneaker.


Speaking
about his inspirations, Andrea reveals that the iconic model, the
sneaker par excellence, is the Adidas Stan Smith. Copied and repeated
in millions of styles, is a unique vintage piece, the perfect model
that has left a deep mark in the sneaker universe. 

 

Nonostante
la moda attuale sia fortemente condizionata dal passato, Andrea Dal
Zennaro è uno di quei designer convinti che la moda sia ancora in
continua evoluzione grazie alle sperimentazioni di nuovi materiali e
nuove forme ergonomiche che rispondano in pieno alle esigenze del
cliente. Sostiene infatti che il futuro delle sneakers sarà proprio
il concetto di PERSONALIZZAZIONE in base ai gusti del cliente,
rendendo così ogni scarpa unica. Lui stesso è impegnato in un
ambizioso progetto personale che gli permetta di realizzare una
scarpa modellabile e personalizzabile grazie al taglio della
modelleria.



Despite
the great influences of the past that characterize this historical
fashion time, Andrea Dal Zennaro is one of those designers who
strongly believes in the fashion evolution, thanks to the
experimentation of new materials and ergonomic shapes that fully
respond to the customer demands. He argues that the future of the
sneakers is just the concept of CUSTOMIZATION, according to the
tastes of the client, making each shoe unique. He himself is engaged
in an ambitious personal project that allows him to make a unique
customized shoe only by cutting a particular modeling. 
 

Nell’enunciare
le caratteristiche fondamentali per delle ottime sneaker parla della
necessità di materiali di altissima qualità, di una meticolosa
lavorazione e di un taglio di modelleria inconfondibile, tutti
elementi che rendono le sneakers italiane tra le migliori.



Listing
the basic features for the excellent sneakers he speaks about the
highest quality materials, a meticulous workmanship and a unique
modeling-cutting. All these elements make the Italian sneakers the
best on the market. 

 

Nonostante
i tanti impegni professionali e personali dall’intervista emerge come
Andrea Dal Zennaro sia sempre in cerca di continui stimoli attraverso
viaggi, nuove conoscenze, ricerche d’archivio e si dice elettrizzato
all’idea di poter intraprendere nuove sfide e collaborazioni.



Despite
the many personal and professional commitments, Andrea Dal Zennaro is
always looking for continuous stimulation through travels, new
acquaintances, archival research, and he is said to be thrilled with
new challenges and collaborations.

 

In
chiusura riporto il suo suggerimento per tutti gli aspiranti shoe
designer, la frase che gli disse suo padre agli inizi, ricca di
umiltà, ma anche di tanta fiducia nelle proprie capacità “I tempi
non sono dei migliori, però se credi in questo lavoro buttati, non
avere troppe pretese da subito e vedrai che riuscirai nel tuo sogno.”


In
closing I quote his advice for all the aspiring shoe designer that
his father said to him before starting his carrer: Even if the times
are not the best, if you believe in this work, launch into it trying
not to have too many demands at the beginning and you will succeed in
your dream.”

Clicca
QUI
per leggere l’intervista integrale su PremièreShooting.com
Click
HERE
to read the full interview on PremièreShooting.com




Andrea
Dal Zennaro contacts:

12 thoughts on “Interview with the shoe-designer Andrea Dal Zennaro”

  1. Wow! Fantastiche quelle scarpe!!! La personalizzazione del prodotto è sempre stata un elemento di eccellenza del settore calzaturiero in Italia, grazie a designer e stilisti di grande talento, che ci permettono anche in questi momenti di crisi di mantenere una posizione importante, anche se di nicchia rispetto alle grandi marche delle scarpe sportive.
    Un caro saluto!
    Rick

  2. Ho portato le stan smith quando ero una ragazzina, bei ricordi legate a queste adidas che hanno scandito bei momenti della mia vita, e ora a 40 anni mi ritrovo a cercare disperatamente un paio di jordan II in color flamingo..finalmente le ho trovate a new york e dove se no!venendo al tuo articolo, ( chiamarlo post non si può proprio)lìjo trovato interessantissimo oltre che puntualissimo ed ineccepibile. ciao elena http://www.tuttepazzeperibijoux.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.